Quello che dovete sapere di me

“Quello che dovete sapere di me” fu un’iniziativa lanciata nel mese di luglio del 2014, in previsione della Route Nazionale di San Rossore.
L’intento era quello di raccogliere domande, sguardi ed esperienze, attraverso la costruzione di un racconto corale dei ragazzi, che portasse alla luce le questioni della loro vita, da loro ritenute significative.
Lo strumento fu la lettera, il più tradizionale modo di scrivere di sé. Così si sono raccolti messaggi, racconti, pagine di grande intensità: un repertorio di esperienze e di pensieri di ragazze e di ragazzi di ogni angolo d’Italia.
L’intera operazione è stata condotta da una agenzia di ricerca sociale che si chiama Codici. Ne è nata una vera e propria autobiografia collettiva, il ritratto di una generazione per quello che ritiene fondamentale dire al mondo.
Si tratta di pagine di valore e pregio, tanto che si è deciso di farne una pubblicazione, incontrando la piena disponibilità dell’editore Feltrinelli.
Le lettere saranno pubblicate in forma assolutamente anonima. Il ricavato di questa iniziativa – su ispirazione di uno dei temi centrali della Carta del Coraggio – verrà interamente devoluto al progetto della Fondazione Migrantes “Il viaggio della Vita” delle scuole di Lampedusa.

Marilina Laforgia e Matteo Spanò

Presidenti del Comitato nazionale AGESCI

Nessun commento a "Quello che dovete sapere di me"

    I commenti sono moderati.
    La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
    La moderazione non è immediata.
    I tuoi dati personali, che hai fornito spontaneamente, verranno utilizzati solo ed esclusivamente per la pubblicazione del tuo commento.