Aggiornamento 3 gennaio 2017

Il Dipartimento della Protezione Civile comunica che dal 7 gennaio 2017 sarà da ritenersi conclusa l’attività dei volontari delle associazioni nazionali impiegati nei “gemellaggi” con i comuni e frazioni dei territori colpiti dal sisma.

Su Cascia da mercoledì 14 dicembre l’associazione si sta occupando del magazzino in supporto al Comune. Questo servizio è attualmente in essere, pur se da questa settimana (che è appunto l’ultima), si è passati da 6 a 3 volontari impiegati.

La sera del 24 dicembre gli scout dell’AGESCI, insieme ai volontari di Protezione Civile, hanno consegnato i regali di Natale ai bambini delle frazioni di Avendita e Agriano.

A Camerino il servizio svolto è di appoggio al Centro Operativo Comunale nella gestione degli atti relativi ai sopralluoghi di agibilità sugli edifici del paese. Si sono instaurati contatti con l’associazione locale “Io non crollo”, della quale fanno parte anche capi del Gruppo Camerino 1, con la quale si sono organizzati sopralluoghi in alcune frazioni e si sono organizzate serate di animazione agli ospiti delle tendopoli e nei centri di accoglienza.

 

Aggiornamento 2 dicembre attivazione sisma centro Italia

Continua il gemellaggio AGESCI con il Comune di Cascia (PG). Il servizio sulle frazioni di San Giorgio, Avendita, Logna e Sant’Anatolia si è ormai stabilizzato e le squadre formate da capi e rovers/scolte continuano a svolgere i compiti di assistenza alla popolazione loro assegnati (attività per bambini e anziani, doposcuola).

Il servizio di vicinanza alla popolazione prosegue senza criticità particolari (se non di ordinaria amministrazione logistica), anzi, con sempre maggior riconoscimento da parte delle comunità che ci ospitano. Sottolineiamo che non siamo ospitanti ma ospiti, e che operiamo per rendere meno disagevole la permanenza della popolazione in contesti che non sono quelli quotidiani e famigliari.

Alcuni capi del Veneto operano su attivazione della Colonna Mobile Regione Veneto presso il campo allestito a Montemonaco (AP).

Prosegue anche il servizio di Umbria e Marche sui rispettivi territori per l’assistenza alla popolazione nel proprio paese colpito dall’evento oppure nei centri di accoglienza.

Ricordiamo anche che non gestiamo direttamente le donazioni e che queste vanno comunque concordate con le istituzioni locali o con il Dipartimento della Protezione Civile per non creare ulteriori problemi nella gestione e lo stoccaggio delle stesse.

 

Aggiornamento 18 novembre attivazione sisma centro Italia

Da ormai due settimane l’AGESCI è impegnata nell’assistenza alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto, in particolare in Umbria e nelle Marche.
Nel Comune di Cascia la squadra presente continua il servizio presso le frazioni di San Giorgio, Logna, Avendita e, da un paio di giorni, Sant’Anatolia.
Si tratta di organizzare attività ludiche per i bambini, consegnare pasti e generi di prima necessità, fare il censimento dei posti letto, segnalare a chi di competenza le criticità riscontrate sul territorio.
In questa fase ci teniamo a sottolineare che:
–   abbiamo aderito al progetto di gemellaggio col territorio promosso dalla Consulta Nazionale del volontariato di Protezione Civile che ha portato all’attivazione.
–   nel Comune di Cascia siamo impegnati su richiesta del DPC con il quale abbiamo un rapporto stabile e continuativo da anni.
–   da diversi giorni con l’Incaricata PC delle Marche stiamo cercando di sollecitare i sindaci (autorità competenti sul territorio) affinchè inviino una richiesta alla Di.Coma.C. di attivazione dell’AGESCI anche nei loro comuni, in modo da poter essere subito di supporto ai nostri Gruppi locali.

Aggiornamento 11 novembre

La prima squadra (cinque capi) partita dal Veneto è arrivata a Foligno la sera del 4 novembre. L’AGESCI è presente attualmente a San Giorgio, Logna e Avendita, tutte frazioni di Cascia.

Il nostro servizio oltre al censimento dati e necessità della popolazione, si occupa anche di consegnare i pasti quotidiani alle diverse comunità.

I nostri volontari hanno avviano la razionalizzazione delle donazioni che, a vario titolo, sono arrivate alla comunità di San Giorgio, insieme alla popolazione locale a cui è stata immediatamente lasciata la responsabilità di gestione di tale attività.

INTERVENTI LIMITATI ESCLUSIVAMENTE AGLI ASSOCIATI DELLE REGIONI INTERESSATE

UMBRIA

–   Zona Etruria (Perugia e Lago Trasimeno)

La maggior parte delle popolazioni di Norcia, Preci e Cascia sono alloggiate presso gli hotel di Perugia, Corciano, Magione e Castiglione del Lago. In questo contesto, la Zona Etruria sta garantendo con 2/3 unità per hotel l’assistenza alla popolazione (animazione bambini e anziani, censimento). Il servizio è svolto in collaborazione con la Caritas Diocesana e la CRI e sotto il coordinamento del COC di Perugia.

–   Zona Terre di Francesco (Assisi, Foligno e dintorni)

Dal pomeriggio del 01/11 il COC di Foligno ci ha autorizzato a gestire, in collaborazione con il MASCI, la Base Scout di Sterpete (Foligno) in cui sono alloggiate circa 40 persone. Si tratta di garantire la presenza di 2 unità per servizi di segreteria e animazione serale nel periodo in cui la base rimane aperta agli ospiti (dalle 20.30 alle 8.30).

La Base Scout “Piccole Terre” di Mascionchie (Nocera Umbra) è stata sin dai primi giorni messa a disposizione delle comunità locali per ospitare la gente impaurita dalle continue scosse.

–   Zona Monti Martani (Terni, Valnerina e orvietano)

Numerose sono state le richieste evase nei primi giorni dell’emergenza in vari comuni (letti, brandine, etc).

MARCHE

– Porto Recanati, il gruppo scout locale sta offrendo il proprio servizio con l’apporto di altri scout delle zone vicine.

– Porto Sant’Elpidio, continua il servizio con buona presenza di capi provenienti da varie zone.

– Civitanova, viene richiesto un servizio presso il camping locale.

– Zona di Ascoli, il servizio presso i parcheggi per la notte si è concluso domenica e, a parte un contributo alla gestione di un magazzino richiesto dalla Diocesi, non ci sono altre richieste se non la necessità di animazione negli alberghi sulla costa a San Benedetto.

PROGETTO LIMITATO AI CLAN DELLE MARCHE

Almeno tra due settimane si estenderà la proposta ai Clan (SOLO DELLA REGIONE MARCHE) come servizio di animazione secondo un progetto elaborato dalla Zona Picena e allargato a tutta la regione.

Si copriranno sei campeggi, uno a Porto Recanati, tre a Porto sant’Elpidio e due sul litorale di Fermo. La Zona Picena prederà in carico due alberghi con una attività dei Clan su due giorni la settimana mentre i capi continueranno a fare servizio notturno dalle 20 alle 24 nei parcheggi ad Ascoli.

 

Informativa 4 novembre

Vi informiamo che l’Associazione, dalla data del 4 novembre, è stata attivata dal Dipartimento di Protezione Civile, relativamente al sisma che ha colpito il centro Italia lo scorso 30 ottobre.

A seguito delle esigenze emerse e delle disponibilità offerte sono state abbinate all’AGESCI le seguenti località: San Giorgio e Ocosce.

Vi ricordiamo e teniamo a sottolineare che esiste una procedura specifica per partecipare agli aiuti e che nessuna iniziativa personale potrà essere accordata.

Vi invitiamo, pertanto, a rivolgervi agli Incaricati regionali di Protezione Civile AGESCI o alle Segreterie regionali per conoscere le giuste modalità di accesso e i requisiti utili e necessari  alla presenza nei territori di destinazione.

Ulteriori informazioni, in costante aggiornamento su http://protezionecivile.agesci.it/

Nessun commento a "Aggiornamento 3 gennaio 2017"

    Rispondi

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

    I commenti sono moderati.
    La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
    La moderazione non è immediata.
    I tuoi dati personali, che hai fornito spontaneamente, verranno utilizzati solo ed esclusivamente per la pubblicazione del tuo commento.