Messaggio della Capo Guida e del Capo Scout d’Italia

Care a cari coccinelle e lupetti, guide e esploratori, scolte e rover, capo e capi,

è trascorso più di un secolo… sono passati 110 anni da quando alcune ragazze, che partecipavano a un raduno di fratelli e amici scout, si recarono da Baden-Powell ed espressero il desiderio di vivere anche loro un’esperienza uguale. Nacquero così le guide!

Immaginiamo che cosa deve essere stato per quelle ragazze conoscere personalmente B.-P., noi che invece oggi possiamo soltanto leggere i suoi libri o guardarlo in rari video in bianco e nero. Di lui però sappiamo che è stato un capo degno di essere ascoltato e di cui seguire l’esempio. Proprio B.-P. ci ha insegnato che “nessun insegnamento vale quanto l’esempio.

Il tema della “Giornata del Pensiero” di quest’anno è la leadership. E’ una parola che noi usiamo poco. Usiamo più spesso la parola “capo”: capo sestiglia, capo squadriglia, capo reparto, capo fuoco, capo Gruppo… a tutti noi può succedere di diventare un giorno un capo, un leader.

Quali sono le sue caratteristiche, che cosa deve sapere fare?

Nello scautismo e nel guidismo, un leader è chi si pone in atteggiamento di ascolto, sa prendersi responsabilità, si interessa agli altri, è in grado di generare legami positivi tra le persone e sa creare un bel clima nel Gruppo, perché ciascuno si senta apprezzato e valorizzato e perché, tutti insieme, si raggiunga l’obiettivo scelto.

Gesù ci ha insegnato che “chi vuol essere il primo, si faccia il servo di tutti” e di se stesso ha detto: “io sono in mezzo a voi come colui che serve”.  E’ nel servizio, nell’aiutare gli altri in ogni circostanza che possiamo esprimere al meglio la nostra leadership: essere attenti a un fratellino o a una sorellina che non riesce a giocare, fare in modo che nell’impresa ogni guida e ogni esploratore abbia il proprio ruolo e il proprio compito, aiutare i propri amici rover e scolte nella scelta degli impegni nel proprio punto della strada. 

Lo scautismo ci pone davanti i valori di Legge e Promessa che mai dobbiamo dimenticare o mettere in secondo piano: sono lo specchio attraverso il quale ciascuno di noi si deve guardare in trasparenza. Questi valori sono quanto mai attuali nel nostro tempo e quotidianamente devono guidare i nostri gesti, anche quelli piccoli ed apparentemente insignificanti.

In questi giorni, in cui molti Gruppi saranno impegnati nelle attività della “Giornata del Pensiero”, il Thinking Day 2019, vi proponiamo un gioco: provate a cercare esempi di leader carismatici, persone belle e significative del nostro tempo, provate a capire le loro virtù, a scoprire come hanno vissuto e che cosa hanno portato nelle loro comunità. Possiamo scavare nella memoria del passato o possiamo rivolgerci al nostro tempo. Che cosa possiamo imparare da loro? Sono persone che sono state capaci di lasciare il nostro mondo un po’ migliore di come lo hanno trovato.

Noi oggi pensiamo a Liliana Segre, nominata senatrice a vita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella “per avere illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale”. Quando racconta di sé, con atteggiamento mite, fermo e deciso, Liliana Segre si rivolge soprattutto alle giovani generazioni. La narrazione della sua storia, bambina di origine ebrea, cittadina italiana, prima emarginata, espulsa dalla scuola, poi privata della libertà e infine deportata nei campi di concentramento, ci invita a essere sentinelle dell’oggi per evitare che una pagina così tragica dell’umanità possa essere dimenticata o, peggio, ritornare.

A tutti l’augurio di vivere le attività della “Giornata del Pensiero 2019” con la consapevolezza di poter aiutare, attraverso la tradizionale raccolta del penny, lo sviluppo dello scautismo lontano -in particolare del guidismo e dello scautismo femminile- in quelle aree del mondo dove le donne ancora non riescono, nonostante i loro sforzi, a portare quel contributo così incisivo e speciale che sarebbero in grado di donare per il bene comune.

Buon volo, buona caccia e buona strada!

Donatella Mela e Fabrizio Coccetti

La Capo Guida d’Italia e Il Capo Scout d’Italia

 

Ecco il cortometraggio di Claudio Quattrone, scout AGESCI, su Sir Robert Baden-Powell, realizzato in occasione del Thinking Day 2019!

7 Commenti a "Messaggio della Capo Guida e del Capo Scout d'Italia"

  • comment-avatar
    Catia Nalon 20 febbraio 2019 (21:31)

    Grazie per ricordare a tutti e specialmente ai nostri ragazzi l’importanza del servizio, dell’aiuto agli altri in ogni circostanza che rende concreta una leadership, che aiuterà il mondo ad essere migliore di quello che abbiamo trovato… Non soffermiamoci alle parole ma lottiamo per diventare azione…

  • comment-avatar
    Carlo 20 febbraio 2019 (22:46)

    Ottima riflessione
    Vice caposquadriglia falchi reparto Borgomanero 1 regione piemonte

  • comment-avatar
    Carmelo Corso 21 febbraio 2019 (8:07)

    In momenti come quelli attuali, in cui pare si sia data la ‘stura’ a pensieri, sentimenti e azioni..tra le più deleteree e ancora una volta contro i più deboli ed indifesi..il ricordo e il valore di B. – P., ci offrono un rifugio, un riparo sicuro, essi sono famiglia e patria allo stesso tempo..per non sentirci soli, per credere ancora e ‘prepararci’ ad essere ancora presenti e testimoni in un mondo complesso e ancora troppo dolente .. ..

  • comment-avatar
    NINO CORRIERA 21 febbraio 2019 (11:58)

    COMPLIMENTI AL CAPO SCOUT E ALLA CAPO GUIDA PER QUESTO MERAVIGLIOSO MESSAGIO PER LA GIORNATA DEL PENSIERO CHE CI UNISCE SEMPRE DI PIU’ SOTTO LA STESSA LEGGE E PROMESSA ED INOLTRE UN PLAUSO A MARI SICA E COMPANY PER IL BELLISSIMO VIDEO DA PUBBLICIZZARE IN TUTTI I LUOGHI PER FAR CONOSCERE LA BELLA STORIA DI B.P. ANCHE PER LA GRAFICA ECCEZIONALE….GRAZIE DI CUORE E BUONA CACCIA,BUON VOLO,BUONA ROTTA,BUONA STRADA…..ESTOTE PARATI

  • comment-avatar
    Sebastian Boccoli 21 febbraio 2019 (15:13)

    Veramente bello complimenti

  • comment-avatar
    Alessandro 22 febbraio 2019 (21:09)

    Ottimo! “Estote parati”

  • comment-avatar
    Lucrezia 24 febbraio 2019 (8:33)

    Grazie per il messaggio, forte ed incisivo. Tutti i ragazzi dovrebbero beneficiare di queste esperienze ricche e costruttive in un momento storico qual è il nostro abbastanza difficile. Facciamo ” del nostro meglio ” sempre, ovunque perché sicuramente raccoglieremo i frutti. Oggi 600 ragazzi della Zona Gravine Ioniche stanno vivendo “La giornata del pensiero”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I commenti sono moderati.
La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
La moderazione non è immediata.
I tuoi dati personali, che hai fornito spontaneamente, verranno utilizzati solo ed esclusivamente per la pubblicazione del tuo commento.