“Ponti e non muri”, il nostro impegno di educatori

Ero straniero e mi avete accolto” (Mt 25,35)

L’AGESCI ribadisce che tutti gli atteggiamenti che dividono e ostacolano l’accoglienza e l’integrazione, non sono coerenti con l’ispirazione evangelica dei valori scout.

I capi educatori si impegnano con l’adesione al Patto associativo “a qualificare la nostra scelta educativa in senso alternativo a quei modelli di comportamento della società attuale che avviliscono e strumentalizzano la persona umana […]. Ci impegniamo a spenderci particolarmente là dove esistono situazioni di marginalità e sfruttamento […]”

In questo tempo di emergenza sociale, l’edificazione del Bene Comune impegna l’Associazione a concentrare le forze su ragionamenti educativi e politici, che riportino al centro la dignità umana e la sua inviolabilità.

L’AGESCI testimonia il senso evangelico dell’accogliere, educando i ragazzi e le ragazze alla relazione personale nello spirito della reciprocità, contribuendo attivamente a creare contesti aperti all’accoglienza.

“Ponti e non muri“ #daLampedusalBrennero e la presenza attiva dei Gruppi sui territori sono gli esempi della quotidiana e concreta testimonianza dell’Associazione.

 

Donatella Mela e Ferri Cormio, Barbara Battilana e Vincenzo Piccolo, p. Davide Brasca

La Capo Guida e il Capo Scout, I Presidenti del Comitato nazionale, l’Assistente Ecclesiastico Generale

Si ringrazia per la foto Pietro Zucca

13 Commenti a ""Ponti e non muri", il nostro impegno di educatori"

  • comment-avatar
    Nicola 13 giugno 2018 (14:06)

    Grazie

  • comment-avatar
    Mario 13 giugno 2018 (16:13)

    Per piacere, non inseguiamo la polemica politica……grazie mille.

    • comment-avatar
      Davide 14 giugno 2018 (13:01)

      In quanto aderenti alla patto associativo e quindi alla scelta politica, direi che abbiamo il dovere di intervenire

  • comment-avatar
    Alessandro Donadi 13 giugno 2018 (17:22)

    Belle e chiare parole

  • comment-avatar
    Gabriella 13 giugno 2018 (17:42)

    Grazie!

  • comment-avatar
    sebastiano 13 giugno 2018 (20:18)

    Cari fratelli scout i ponti devono essere costruiti su basi solide e non sul populismo, sull’ipocrisia, e sulle chiacchiere da bar. Il buonismo che ci contraddistingue come italiani e spesso come scout, spesso non ci aiuta a vedere lucidamente una realtà complessa e difficile da interpretare.
    Un governo debole e spesso demagogo che china sempre la testa davanti ad un’europa ipocrita e spesso cinica non ci aiuta ad affrontare questa realtà inesorabile in un ottica di condivisione europea seria e leale.
    E vero, allora, che “alzare garbatamente la voce ogni tanto è utile” non fosse altro che per poter poi commentare le risposte imbarazzanti della Francia che ci confermano che in questa materia regna l’ipocrisia ed il perbenismo inconcludente.
    Sono un ufficiale della Guardia Costiera, il mio lavoro consiste nel salvare vite umane in mare prima di tutto e con il cuore seguo lo sforzo dei miei colleghi su nave Diciotti ma come Capo Clan in servizio cercherò di commentare questa vicenda coi miei R/S con il massimo realismo e senza preconcetti o luoghi comuni. Mai come in questa occasione è facile prendere posizioni” di pancia” o presumere che tutti la pensino secondo degli standard che riterremmo condivisi e io, Capo scout dal 1990, sono convinto di non essere il solo a pensarla così. Perché ai nostri ragazzi va anche testimoniata la capacità di saper prendere decisioni contro corrente e scomode quando possono smuovere delle situazioni incancrenite, preferendo un piccolo muro ogni tanto a qualche ponte dai piloni effimeri.
    Cari fratelli, vi prego, trattiamo questa vicenda che muove i cuori e le sensibilità di tutti noi con la saggezza che ci contraddistingue da sempre.

    • comment-avatar
      Noemi 14 giugno 2018 (11:22)

      condivido le tue belle parole!

  • comment-avatar
    Roberto 13 giugno 2018 (20:53)

    Cerchiamo davvero di lasciare questo mondo un po’ migliore di quanto non l’abbiamo trovato…
    Grazie e Buona Strada

  • comment-avatar
    Paola Capriello 14 giugno 2018 (6:26)

    I miei figli frequentano un’associazione dell’Agesci e si divertono da morire,sanno dare quello di cui loro avevano ed hanno bisogno
    Amore e professionalità sono i loro principi fondamentali

  • comment-avatar
    Andrea Biglietti 14 giugno 2018 (7:52)

    Grazie. Parole importanti sia come scout che, soprattutto, come cristiani.

  • comment-avatar
    Monica 14 giugno 2018 (11:16)

    La politica lasciamola ai partiti; se vogliamo fare qualcosa di utile andiamo ad aiutare nei CARA e nei CIE….

  • comment-avatar
    Armando 14 giugno 2018 (23:04)

    Se vogliamo davvero renderci utili, abbiamo il nostro Servizio…..non c’è bisogno di usare tante parole. un saluto.

  • comment-avatar
    Mattia 14 giugno 2018 (23:19)

    Appoggio pienamente quelli che dite, sono un ragazzino ma anche io non appoggio quello che ha fatto l’Italia nei confronti degli immigrati. Frequento gli scout, quindi buona caccia/sentiero/routes a tutti. Grazie mille per quello che avete fatto

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I commenti sono moderati.
La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
La moderazione non è immediata.
I tuoi dati personali, che hai fornito spontaneamente, verranno utilizzati solo ed esclusivamente per la pubblicazione del tuo commento.